Portale Trasparenza Comune di Gavardo - RICHIESTA DI UTILIZZO DELLE SALE PUBBLICHE PRESSO IL CENTRO CULTURALE

Il portale della Trasparenza conforme al D.Lgs. 33/2013 - "Amministrazione Trasparente"

Tipologie di procedimento

RICHIESTA DI UTILIZZO DELLE SALE PUBBLICHE PRESSO IL CENTRO CULTURALE

Responsabile di procedimento: Della Fonte Marco
Responsabile di provvedimento: Della Fonte Marco
Responsabile sostitutivo: Lo Parco Annalisa

Descrizione

MODALITÀ DI PRENOTAZIONE DELLE SALE CIVICHE

Il Regolamento Comunale per l’utilizzo delle sale pubbliche presso il Centro Culturale” (allegato al presente procedimento) disciplina le modalità di impiego delle sale pubbliche site presso il centro culturale in via Giovanni Quarena, 8

 

a) l’Auditorium

b) la saletta per riunioni.

 

L’Amministrazione comunale si riserva, in via prioritaria, l’utilizzo delle sale per le attività istituzionali dell’Ente.

Modalità di prenotazione:

1) Contattare l’Area Infrastrutture – Ufficio Tecnico Lavori Pubblici.

telefonicamente al numero 0365 377475, nei seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle ore 8,45 alle 12,00.          

per via telematica attraverso i seguenti indirizzi di posta elettronica: centroculturale@comune.gavardo.bs.itlavori.pubblici@comune.gavardo.bs.it;

2) Completare in ogni sua parte la domanda di utilizzo (allegata al presente procedimento)

3) Il modulo di cui sopra dovrà essere consegnato almeno quindici giorni prima della data fissata per l’iniziativa/attività con le seguenti modalità:

- direttamente al protocollo del Comune di Gavardo in piazza G. Marconi n. 7;

- via fax al n. 0365 377417;

- via telematica all’indirizzo mail: protocollo@comune.gavardo.bs.it;

4) La cauzione, deve essere prestata mediante bonifico alla Tesoreria comunale come indicato al successivo punto 5.

5) Il canone di utilizzo da parte del richiedente deve essere  versato mediante bonifico alla Tesoreria Comunale (IBAN IT 16 P 02008 54561 000 100916249 -  Unicredit Banca SPA - Agenzia di Gavardo filiale 1048 - Piazza Zanardelli 41, CAUSALE: UTILIZZO SALE CIVICHE ) e copia della ricevuta di versamento, accompagnato dalla domanda di utilizzo delle sale pubbliche, deve obbligatoriamente essere consegnato presso l’Area Infrastrutture – Ufficio Tecnico Lavori Pubblici in via G. Quarena n. 8 a Gavardo o trasmesso via mail ad entrambi i seguenti indirizzi: centroculturale@comune.gavardo.bs.it lavori.pubblici@comune.gavardo.bs.it entro i tre giorni lavorativi antecedenti la data di utilizzo della sala, pena la revoca dell’autorizzazione.

Per l’accesso alla sala prenotata è necessario ritirare le chiavi presso gli uffici dell’Area Infrastrutture, in via G. Quarena n. 8, nei seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle ore 8,45 alle 12,00.       

Le stesse dovranno essere riconsegnate entro 2 giorni lavorativi successivi alla data di utilizzo della sala e negli stessi orari della consegna, pena l’incameramento della cauzione. Con il ritiro delle chiavi si perfeziona l’autorizzazione all’uso della sala prescelta.

ESISTE LA POSSIBILITA’, PER CHI NE FA RICHIESTA, DELL’EMISSIONE DA PARTE DEL COMUNE DELLA FATTURA DI IMPORTO PARI AL CANONE TOTALE DA VERSARE.

IN QUESTO CASO SI PREGA GENTILMENTE DI COMPILARE LA SECONDA PAGINA DEL MODULO DI RICHIESTA CON I DATI NECESSARI ALL’EMISSIONE DELLA FATTURA.

 

RACCOMANDAZIONI

Prescrizioni - divieti

  • Nelle sale è vietato fumare, appendere ai muri fogli, cartelli, manifesti, impiegare chiodi, nastri

adesivi o altre modalità che possano arrecare danno agli ambienti.

  • E’ altresì vietato l’utilizzo delle apparecchiature di amplificazione e proiezione quando questo non sia stato esplicitamente richiesto e comunque il loro utilizzo è esclusivamente consentito alla persona responsabile dell’iniziativa alla quale verrà data adeguata informazione sul funzionamento delle stesse.
  • E’ tassativamente vietato ai concessionari utilizzare o consentire l’utilizzazione, a qualsiasi titolo, delle sale e dei servizi annessi, per finalità diverse da quelle per le quali è stato autorizzato.
  • E’ tassativamente vietato sub-concedere, a qualsiasi titolo, l’utilizzo delle sale.
  • Al termine dell’utilizzo, il concessionario è tenuto a riordinare gli ambienti e le attrezzature presenti.
  • La violazione delle disposizioni di cui sopra comporterà la revoca e l’incameramento, da parte

dell’Amministrazione, della cauzione depositata dal concessionario.

Revoca - vigilanza

  • L’Amministrazione comunale ha diritto di esercitare ampia vigilanza sull’uso delle sale, delle attrezzature e dei locali annessi per accertare la scrupolosa osservanza di tutte le norme stabilite dal Regolamento o da questo richiamate.
  • Il concessionario è tenuto a prestare la massima collaborazione ai funzionari comunali, fornendo loro tutti i chiarimenti e la documentazione eventualmente richiesta.
  • E’ facoltà dell’Amministrazione comunale revocare l’autorizzazione all’uso delle sale qualora il concessionario non ottemperi o contravvenga a quanto stabilito dal Regolamento e disporre l’incameramento della cauzione.

 

PERIODO INVERNALE (STAGIONE TERMICA 15.10 – 15.4) - AVVERTENZE

  • Nel periodo invernale, l’Ufficio Tecnico del comune, provvederà all’avvio del riscaldamento. 
  • Si precisa che solamente attraverso l’impostazione manuale del termostato presente nelle sale potrà essere messo in funzione il riscaldamento (mancando il servizio di custodia, il richiedente dovrà preoccuparsene personalmente)

Si raccomanda di riportare il termostato in posizione OFF (zero) alla fine dell’utilizzo della sala, pena l’incameramento della cauzione versata.

Chi contattare

Termine di conclusione

Conclusione tramite silenzio assenso: no
Conclusione tramite dichiarazione dell'interessato: no
90 giorni

Costi per l'utenza

La Giunta Comunale con propria deliberazione determina annualmente le tariffe per la fruizione dei beni e servizi.

In allegato le tariffe applicate per l’anno 2020.

 

Modalità generali di pagamento

Regolamenti per il procedimento

Riferimenti normativi

Strumenti di tutela amministrativa

La prima possibilità di reagire data al cittadino che si ritenga leso da un provvedimento illegittimo della pubblica amministrazione è il ricorso in opposizione, previsto dall’art. 7 del D.P.R. 1199/1971. Esso consiste in un reclamo che il cittadino può avanzare alla stessa autorità che ha emanato l’atto, motivando ed illustrando le proprie ragioni e chiedendo che tale atto ritenuto illegittimo venga annullato. Il termine per la sua proposizione è quello generale di 30 giorni dalla sua notifica o emanazione dell’atto impugnato, ma la legge può prevedere, nei singoli casi, termini diversi.

Se un atto amministrativo, non definitivo, in qualsiasi modo viziato ha leso un interesse di un cittadino e se l’autorità che ha adottato quel provvedimento ha un superiore gerarchico, il cittadino (a meno che la legge espressamente escluda il ricorso) può, entro 30 giorni dalla notificazione dell’atto o da quando ne ha avuto piena conoscenza, proporre ricorso all’autorità che, nella scala gerarchica, è immediatamente superiore a quella che ha adottato il provvedimento.

 

Strumenti di tutela giurisdizionale

Contro un provvedimento della pubblica amministrazione, ritenuto illegittimo, è ammesso ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale (T.A.R.) competente per territorio.

Il ricorso deve essere notificato sia all’organo che ha emesso l’atto impugnato sia agli eventuali controinteressati entro sessanta giorni da quello in cui l’interessato ha ricevuto la notifica del provvedimento o ne abbia avuto, comunque piena conoscenza, ovvero dal giorno in cui sia scaduto il termine dell’eventuale pubblicazione all’albo. (ex Legge 1034/1971 – D.Lgs. 104/2010).

Inoltre, quando un provvedimento è definitivo, Il D.P.R. 1199/1971 prevede che lo stesso possa essere impugnato, solo per motivi di legittimità e da parte di chi vi abbia interesse, mediante Ricorso straordinario al Capo dello Stato. In questo caso il termine per la notificazione del ricorso è di 120 giorni.

Servizio online

Tempi previsti per attivazione servizio online: 1 anno

Allegati

Allegato: TARIFFE UTILIZZO SALE.pdf (09/06/2020 - 191 kb - pdf) File con estensione pdf
Contenuto inserito il 24-10-2014 aggiornato al 17-06-2020
Facebook Twitter Google Plus Linkedin
- Inizio della pagina -
Recapiti e contatti
Piazza Marconi, 7 - 25085 Gavardo (BS)
PEC protocollo@pec.comune.gavardo.bs.it
Centralino 0365 377411
P. IVA 00574320982
Linee guida di design per i servizi web della PA
Il progetto Portale della trasparenza sviluppato da ISWEB S.p.A. www.isweb.it