Portale Trasparenza Comune di Gavardo - SEPARAZIONE E DIVORZIO

Il portale della Trasparenza conforme al D.Lgs. 33/2013 - "Amministrazione Trasparente"

Tipologie di procedimento

SEPARAZIONE E DIVORZIO

Responsabile di procedimento: Zambelli Serena
Responsabile di provvedimento: Mabellini Andreina
Responsabile sostitutivo: Lo Parco Annalisa

Uffici responsabili

UFFICIO SERVIZI DEMOGRAFICI

Descrizione

Nuove modalità per la separazione dei coniugi, per la cessazione degli effetti civili/scioglimento del matrimonio ( divorzio ) e per la modifica delle condizioni di separazione e di divorzio

Il decreto – legge 12 settembre 2014, n. 132, convertito con modificazioni dalla legge 10 novembre 2014, n. 162, “ Misure urgenti di degiurisdizionalizzazione ed altri interventi per la definizione dell’arretrato in materia di processo civile”, ha trasformato i provvedimenti giudiziali di separazione, cessazione degli effetti civili/scioglimento del matrimonio in procedimenti amministrativi da attuarsi mediante il nuovo istituto della negoziazione assistita da almeno un avvocato per parte o avanti all’ ufficiale di stato civile.

Separazione e divorzi davanti all’Ufficiale di Stato Civile

L’articolo 12 del D.L. n. 132/2014 a decorrere dall’11 dicembre 2014 prevede la possibilità per i coniugi di comparire direttamente innanzi all’Ufficiale dello Stato Civile del comune per concludere un accordo di separazione, di divorzio e di modifica delle precedenti condizioni di separazione o di divorzio.

L’assistenza degli avvocati difensori è facoltativa.

Tale modalità semplificata è a disposizione dei coniugi solo quando non vi siano figli minori o anche maggiorenni incapaci, portatori di handicap grave, economicamente non autosufficienti, e a condizione che l’accordo non contenga patti di trasferimento patrimoniale.

Al fine di promuovere una maggiore riflessione sulle decisioni in questione è stato previsto un doppio passaggio dinanzi all’Ufficiale di Stato Civile a distanza di non meno di 30 ( trenta ) giorni.

Competente a ricevere l’accordo è il Comune di residenza di uno dei coniugi oppure di iscrizione dell’atto di matrimonio ( ossia il comune dove è stato celebrato il matrimonio ) o di trascrizione dell’atto di matrimonio se celebrato con rito religioso o celebrato all’ estero.

L’accordo sottoscritto dalle parti davanti all’Ufficiale di Stato Civile è equiparato ai provvedimenti giudiziali che definiscono i procedimenti di separazione personale, di cessazione degli effetti civili o di scioglimento del matrimonio, di modifica delle condizioni di separazione o di divorzio.

 

Separazioni e divorzi davanti all’avvocato

L’articolo 6 del D.L. n. 132/2014 prevede a decorrere dall’ 11 novembre 2014 la convenzione di negoziazione assistita da uno o più avvocati per le soluzioni consensuali di separazione personale, di cessazione degli effetti  civili/scioglimento del matrimonio ( divorzio ) e di modifica delle condizioni di separazione o di divorzio.

Chi è interessato ad adottare tale nuova procedura deve rivolgersi esclusivamente a un avvocato per la verifica dei presupposti di legge e per tutti gli adempimenti normativi previsti.

La procedura è possibile sia in assenza che in presenza di figli minori, di figli maggiorenni portatori di handicap grave e di figli maggiorenni non autosufficienti; nel primo caso ( in assenza ) l’accordo concluso è valutato esclusivamente dal Procuratore della Repubblica che esprime un nullaosta; nel secondo caso ( presenza di figli minori o maggiorenni  non autosufficienti ) l’accordo viene trasmesso al procuratore della Repubblica presso il tribunale competente  il quale può decidere di trasmetterlo al presidente del tribunale se ritiene che non vengano tutelati gli interessi dei figli.

Anche in questo caso l’accordo raggiunto a seguito di negoziazione assistita da avvocati  è equiparato ai provvedimenti giudiziali che definiscono i procedimenti di separazione personale, di cessazione degli effetti civili o di scioglimento del matrimonio, di modifica delle condizioni di separazione o di divorzio.

Una volta formalizzato l’accordo,  l’avvocato di ciascuna parte dovrà trasmetterlo tassativamente entro 10 giorni al comune di competenza, ossia il  comune di iscrizione dell’atto di matrimonio ( ossia il comune dove è stato celebrato il matrimonio ) o di trascrizione dell’atto di matrimonio se celebrato con rito religioso o celebrato all’estero.

Termini per la proposizione della domanda di divorzio

A partire dal 26 maggio 2015 sono stati ridotti i termini per la proposizione della domanda di divorzio: 12 mesi dalla comparsa dei coniugi davanti al Presidente del Tribunale nel caso in cui vi sia stata separazione giudiziale;  6 mesi nel caso in cui vi sia stata separazione consensuale; è previsto il termine di 6 mesi anche nel caso in cui la separazione sia stata raggiunta mediante accordo concluso davanti all'Ufficiale di Stato Civile o a seguito di convenzione di negoziazione assistita da avvocati.

Come accedere al servizio:  Su appuntamento prenotando tramite posta elettronica o contattando telefonicamente  la dott.ssa Claudia Apollonio                                          

 

 

 

 

 

 

 

 

Chi contattare

Personale da contattare: Zambelli Serena

Termine di conclusione

Conclusione tramite silenzio assenso: no
Conclusione tramite dichiarazione dell'interessato: no
30 giorni

Costi per l'utenza

Costo del servizio: diritto fisso di € 16,00

Modalità generali di pagamento

Riferimenti normativi

Servizio online

Tempi previsti per attivazione servizio online: 1 anno
Contenuto inserito il 23-02-2015 aggiornato al 02-12-2020
Facebook Twitter Google Plus Linkedin
- Inizio della pagina -
Recapiti e contatti
Piazza Marconi, 7 - 25085 Gavardo (BS)
PEC protocollo@pec.comune.gavardo.bs.it
Centralino 0365 377411
P. IVA 00574320982
Linee guida di design per i servizi web della PA
Il progetto Portale della trasparenza sviluppato da ISWEB S.p.A. www.isweb.it